Danni da siccità, per la prima volta arrivati gli indennizzi agli agricoltori piacentini

09 Novembre 2017

Sono arrivati per la prima volta anche nel Piacentino gli indennizzi agli agricoltori per danni da siccità e gelo.

Una novità per la quale il presidente di Condifesa Gianmaria Sfolcini e il direttore Stefano Cavanna – di ritorno dal quinto forum internazionale di Asnacodi di Roma dedicato ai cambiamenti climatici e alla variabilità dei redditi in agricoltura – hanno manifestato soddisfazione.

“Per la prima volta – ha affermato Sfolcini – quest’anno alcuni soci di Condifesa Piacenza hanno ricevuto indennizzi per avversità come gelo e siccità che da diverso tempo non interessavano il territorio. Ad essere colpite colture che normalmente non subiscono questi fenomeni, come grano e pomodoro. E’ evidente che queste criticità non siano da trascurare”.

Gli indennizzi sono il frutto di un importante campagna di informazione e sensibilizzazione avviata da Condifesa ad inizio anno, quando l’andamento climatico faceva già temere la siccità.

“Molti più agricoltori hanno stipulato contratti ad-hoc – ha spiegato il direttore Cavanna – e ora stanno ricevendo gli indennizzi”.

Al rientro da Roma, il direttore ha rimarcato positivamente le novità previste dal regolamento Omnibus che innalzano l’aliquota di contributo stanziato dall’Unione Europea per abbattere i costi assicurativi degli agricoltori. Le proposte più importanti consistono nella diminuzione della soglia minima di danno dal 30% al 20% per le polizze ammesse ad agevolazioni e nell’aumento del contributo UE al dal 65% al 70%.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà