Timori per la notte che arriva

Strade quasi tutte riaperte, ora il problema è l’elettricità. Ancora migliaia di piacentini senza riscaldamento, telefono e acqua

12 dicembre 2017

La luce del sole è calata su una giornata surreale, fatta di alberi ricoperti di cristalli di ghiaccio, di strade interrotte e via via riaperte da vigili del fuoco, volontari e protezione civile, ma soprattutto di migliaia di piacentini rimasti senza collegamenti stradali e senza corrente elettrica, e di conseguenza al buio, al freddo e senza acqua potabile dl pomeriggio di ieri.

“In via di completamento l’opera di ripristino viabilistico (alle 17 rimanevano ancora da liberare 4 strade mentre a metà pomeriggio era stata riaperta completamente a tutti i mezzi la provinciale 654R della Val Nure tra Ponte dell’Olio e Bettola) – ha spiegato al telefono il presidente della Provincia Francesco Rolleri – ora l’emergenza è quella elettrica. Quasi certamente Enel non riuscirà a riportare la corrente in tutte le case e le frazioni rimaste al buio – ha proseguito -, siamo in attesa di capire quali interventi d’urgenza metterà un atto per permettere ai piacentini di trascorrere la notte al caldo e con i servizi primari garantiti”.

E’ sempre attivo il numero verde 803.500 di e-distribuzione per segnalare guasti e per avere informazioni.

La situazione è comunque ancora critica in varie zone del territorio, dalla Val Luretta alla Val Trebbia, dalla Val Nure alla Val d’Arda.

AUSL – Dal pomeriggio di ieri la rete Emergenza Urgenza dell’Ausl di Piacenza ha potenziato i mezzi disponibili sul territorio ed è impegnata oggi in un’operazione di ricognizione sul territorio per valutare le diverse situazioni di blocco delle viabilità. L’Ausl ha raddoppiato la dotazione presente all’ospedale di Bobbio; anche al Punto di primo intervento di Farini, in collaborazione con Cri, è stata messa a disposizione una seconda ambulanza. Altri tre mezzi Anpas sono in allerta a Ponte dell’Olio e un altro a Ferriere. La Croce Rossa ha messo a disposizione anche un’ambulanza a Ottone e a Marsaglia.

STATO DI EMERGENZA – “Chiediamo il riconoscimento dello stato di emergenza per la provincia di Piacenza, messa a dura prova dal ghiaccio che ha compromesso duramente la viabilità, isolato frazioni, provocato black out elettrici”. È l’appello dei consiglieri regionali Pd Gian Luigi Molinari e Katia Tarasconi, a seguito dei forti temporali e del gelo che hanno investito il piacentino.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE