Nell'ex carcere

“Pensiero liberale ed europeista ancora di attualità”. Una targa per ricordare Ernesto Rossi

18 dicembre 2017

E’ un luogo fortemente simbolico, il vecchio carcere di Piacenza ora sede del Giudice di Pace, quello scelto per commemorare con una targa la figura di Ernesto Rossi, liberale e tra gli autori del manifesto di Ventotene, recluso proprio in una di queste celle tra il 1931 e il 33 per aver manifestato un pensiero diverso da quello del regime fascista.

L’attualità del pensiero di Rossi è stato ricordata da Augusto Ridella, presidente della sezione piacentina del Movimento Federalista Europeo e da Luisa Trumellini, segretario nazionale.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza