Piacentini bloccati a New York. “Rientro previsto giovedì ma è tutto incerto”

08 Gennaio 2018

“Torneremo giovedì ma è tutto un grande punto interrogativo”. Domina l’incertezza tra i piacentini bloccati a New York a causa del maltempo che ha paralizzato alcuni aeroporti degli Stati Uniti. Dal “Jfk” era previsto ieri, domenica 7 gennaio, il volo che avrebbe riportato a casa il gruppo di turisti partiti il 2 gennaio ma nel momento in cui i 24 piacentini si sono presentati al check in, hanno scoperto l’amara sorpresa: il volo di ritorno era stato cancellato per la presenza di ghiacchio sulla pista. La compagnia aerea ha prenotato per loro un albergo, per una notte sola, a cento chilometri di distanza chiedendo ai passeggeri di tornare ogni giorno all’aeroporto per vedere se veniva indicato il volo del rientro. Il costo del taxi (300 dollari) per raggiungere l’aeroporto è stato sostenuto dai viaggiatori.

“E’ incredibile che una città moderna come New York venga paralizzata da una nevicata – commenta Giovanni Peroni, guardia zoofila piacentina – per fortuna non ci sono gravi emergenze, però tutti noi avevamo impegni lavorativi e c’è chi doveva accudire persone anziane a casa. I disagi ci sono per tutti. Ci aspettavamo maggiore assistenza da parte della compagnia aerea. Per fortuna l’agenzia di viaggi di Podenzano con cui avevamo prenotato la vacanza ci sta assistendo e ci ha prenotato un albergo a New York. Speriamo di poter ripartire giovedì ma non siamo certi. Ho visto in tv diverse volte viaggiatori che si sono trovati in questa situazione ma non immaginavo nulla di simile, nessuno sa niente e nessuno dice niente”. Per ora le spese dell’albergo sono sostenute dall’agenzia di viaggi mentre le altre sono a carico dei viaggiatori. “Al rientro valuteremo come comportarci per i rimborsi” ha concluso Peroni.

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà