Stroncato da un malore

Messaggio di Mattarella e picchetto militare per l’ultimo saluto al generale Castagnetti. “Amava la sua terra, non scordò mai le sue radici”

15 gennaio 2018

“Non ha mai dimenticato da dove era partito nonostante le enormi responsabilità di guidare un esercito, qui nella sua terra aveva lasciato il cuore”. Don Paolo Villa, cappellano dello Stato Maggiore dell’Esercito, ha ricordato così il generale di Corpo d’Armata Fabrizio Castagnetti, scomparso improvvisamente sabato, all’età di 72 anni, nella sua abitazione a Veleia Romana, per un malore fatale.

Oggi, 15 gennaio, l’ultimo saluto nella piccola chiesa di Sant’Antonino, a Veleia. Ieri la salma dell’illustre personalità piacentina, già Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, è stata salutata da decine di persone nella camera ardente allestita nella propria abitazione dove Castagnetti è stato composto con la divisa militare e le decorazioni ottenute durante la carriera con le stellette.Presenti i massimi vertici delle forze armate italiane: il Sottosegretario alla Difesa Domenico Rossi, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di Corpo d’Armata Danilo Errico, e il Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano.

Il generale Errico ha letto un messaggio dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha espresso “sentimenti di sincero cordoglio”.

Pur essendo in pensione, la cerimonia funebre ha seguito quasi tutti i dettami del rito militare. Solo la bara non è stata avvolta nel Tricolore. Il feretro è stato portato a braccia da sei militari del II° reggimento Genio Pontieri ricevuto gli onori militari da un picchetto sempre del Genio Pontieri e dalla fanfara della brigata alpina Taurinense. Schierate anche le associazioni combattentistiche del territorio.

“Lo abbiamo visto tante volte qui in chiesa spoglio dei panni ufficiali ma pieno di umanità”, ha proseguito Don Villa. Il vescovo Gianni Ambrosio impegnato alla Conferenza episcopale regionale, ha inviato un messaggio di cordoglio. .
Oggi in tutto il comune di Lugagnano il sindaco Jonathan Papamarenghi ha proclamato il lutto cittadino.

 

 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Val D'Arda

NOTIZIE CORRELATE