Duomo torna protagonista: risalita permanente, visita alle stanze segrete e mostra sui misteri

16 Gennaio 2018

Dopo il successo di Guercino a Piacenza, che ha visto oltre 100mila persone salire all’interno della cupola della Cattedrale di Piacenza per ammirare gli affreschi dell’artista centese, il Duomo torna protagonista della vita culturale della città rendendo permanente la risalita con un percorso rinnovato e attraverso l’inaugurazione, sabato 7 aprile 2018, di “I misteri della Cattedrale. Meraviglie nel labirinto del sapere”, progetto promosso dalla Diocesi di Piacenza-Bobbio, in collaborazione con la Fondazione di Piacenza e Vigevano, il Comune di Piacenza e l’Archivio di Stato di Piacenza, con il sostegno della Regione Emilia Romagna e della Camera di Commercio.

Progetto che prevede l’apertura del nuovo allestimento del Museo della Cattedrale cui si integra uno straordinario percorso di salita che, attraverso luoghi segreti, condurrà fino alla Cupola. Inoltre, una mostra dal 7 aprile al 7 luglio, riporterà alla luce alcuni dei più preziosi codici miniati medievali, come il “Libro del Maestro” o il “Salterio di Angilberga, appartenenti al patrimonio archivistico piacentino, di assoluto rilievo nel panorama europeo.

Si potrà anche accedere all’interno del campanile per poterne ammirare dal basso l’imponente struttura lignea e accedere a una stanza segreta dove sono ancora conservati gli ingranaggi dell’orologio anticamente posto in facciata. “Un progetto che intende esprimere una forte valenza religiosa con itinerari di profonda spiritualità – ha sottolineato il Vescovo, Monsignor Gianni Ambrosio. “L’ufficio diocesano per i beni culturali della Diocesi di Piacenza-Bobbio – ha evidenziato il suo direttore Manuel Ferrari – con la mostra porta avanti l’opera di valorizzazione della Cattedrale.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà