Giovani in aumento. Davide: “Laureato ma ho scelto la natura”

02 Febbraio 2018

Sono sempre di più i giovani che si mettono in gioco e aprono un’attività soprattutto nel settore dell’agricoltura. E’ la fotografia scattata da Coldiretti: in Italia le imprese agricole guidate da under 35 sono in aumento del 9% e pongono il nostro Paese ai vertici in Europa. Nella provincia di Piacenza si contano 2.124 imprese giovanili complessive. In base al Programma di sviluppo rurale sui nuovi insediamenti 2015-2016 emerge che nel Piacentino nel 2015 gli under 40 che hanno acquisito titolarità di un’azienda agricola o sono entrati in una compagine sociale con ruolo di responsabilità sono stati 52; nel 2016 hanno raggiunto quota 63. Dei 52 del 2015, 40 hanno presentato, oltre al primo insediamento, un piano di investimenti. Nel 2016 lo hanno fatto 42 su 63.

In totale in Emilia Romagna gli under 40 che hanno partecipato al bando nel 2015 sono stati 367, nel 2016 sono aumentati di 11 unità. Davide Minardi, 27 anni, delegato giovani impresa di Coldiretti Piacenza fa parte di questa ampia schiera. Con un diploma in lingue e una laurea in Economia in tasca ha deciso di lavorare nell’azienda di famiglia a Cortemaggiore dove produce latte e coltiva pomodoro da industria. “Ho portato la mia esperienza di studi a servizio dell’ impresa dei miei genitori – ha spiegato Minardi – e sono molto soddisfatto della mia scelta perché mi occupo anche della parte gestionale in un’ottica di sviluppo economico”. Davide è stato spinto dalla passione per questa attività che consiglia ad altri giovani: “E’ un lavoro che richiede sacrifici ma che può dare soddisfazione oltre all’opportunità di vivere a contatto con la natura e il territorio”.

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà