Il 22enne non parla davanti al giudice, il legale chiede scarcerazione

19 Febbraio 2018

Si è avvalso della facoltà di non rispondere il 22enne modenese arrestato in seguito agli scontri con le forze dell’ordine di sabato 10 febbraio a Piacenza durante il corteo degli antagonisti. Questa mattina, lunedì 19 febbraio, era previsto l’interrogatorio al carcere delle Novate. Il giovane è accusato di resistenza a pubblico ufficiale mentre altri due manifestanti (un egiziano e un torinese) devono rispondere di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate per le botte al brigadiere dei carabinieri rimasto ferito. L’arresto del 22enne modenese, che si era costituito presentandosi venerdì scorso alla questura di Bologna con il suo avvocato, è stato convalidato mentre il legale ha chiesto la scarcerazione o gli arresti domiciliari. Il gip ha cinque giorni di tempo per decidere. Il carcere delle Novate dove sono rinchiusi i tre ragazzi, questa mattina in occasione dell’interrogatorio, era presidiato dalle forze dell’ordine.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà