Due persone sospette individuate grazie al gruppo di vicinato

26 Febbraio 2018

C’è stato il determinante contributo di un componente del gruppo di vicinato Comitato Infrangibile Sicuro dietro l’individuazione, da parte della polizia, l’altra sera, di due persone sospette che si aggiravano in via Locati, uno dei quali segnalato mentre si arrampicava su di un balcone.

L’operazione si è conclusa con l’emissione del foglio di via dalla città nei confronti di due romeni, entrambi pregiudicati, padre e figlio di 37 e 17 anni. “Nel ringraziare la polizia per la solerzia e competenza nell’intervento – scrivono in una nota una delle portavoci del comitato, Sara Soresi – ricordiamo che, per aderire al nostro gruppo di controllo vicinato è sufficiente prendere contatti con i portavoce attraverso la mail [email protected] oppure iscriversi al gruppo Facebook “Comitato Infrangibile Sicuro”: in questo modo vi verrà spiegato come accedere al gruppo whatsapp di riferimento”.

Il gruppo in questione è nato nell’ottobre scorso e, in soli quattro mesi, ha visto raddoppiato il numero dei suoi aderenti. Nei giorni scorsi nel quartiere sono comparsi anche i cartelli di “controllo vicinato”.

«La presenza di questi cartelli – è stato spiegato nei giorni scorsi dai portavoce – è fondamentale perché fungono, in molti casi, da vero e proprio deterrente. Il loro scopo, infatti, è quello di comunicare, a chiunque passi nell’area interessata al controllo, che la sua presenza non passerà inosservata e che il vicinato è attento e consapevole a ciò che accade all’interno dell’area. Il nostro progetto non ha funzioni repressive, né, tantomeno, presuppone atti eroici ma è un progetto di prevenzione volto ad evitare la consumazione di reati».

© Copyright 2021 Editoriale Libertà