Colline e montagne congelate: minime a -17; da giovedì neve anche in pianura. Con gli sci sulla Parcellara

27 Febbraio 2018

La settimana si è aperta all’insegna del sole e delle temperature artiche. L’ondata di gelo siberiano è arrivata sul territorio piacentino e da domenica notte le minime in collina e montagna sono scese a -17. In città il termometro si è fermato a -6. Per tutta la giornata di oggi, martedì 27 febbraio, la Regione Emilia Romagna ha diramato l’allerta meteo per il ghiaccio. In questi giorni si sta verificando il fenomeno delle “giornate di ghiaccio” con la colonnina di mercurio che non sale oltre lo zero neanche di giorno. “Il freddo polare – fa sapere Vittorio Marzio di Meteovalnure.it – continuerà fino a domani, da giovedì l’aria gelida incontrerà quella umida e sono possibili nevicate anche in pianura dove potrebbero scendere anche 20 centimetri tra giovedì e venerdì”.
A Farini, Ferriere e Gropparello le scuole sono state riaperte dopo lo stop della giornata di ieri. Anpas ha lanciato un appello perché sono terminate le coperte per i senzatetto. Chi volesse le può donare presso la sede dell’associazione in via Emilia Parmense 19 a Piacenza.

 

Intanto c’è chi ha approfittato di Burian, il vento arrivato dalla Siberia, per sciare sulla Pietra Parcellara. Una domenica insolita a tutto divertimento per alcuni amici piacentini: Alberto Giancani, Giorgio Franchi, Filippo Bongiorni, Giacomo Parenti.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà