Lorenzo: “Sarei finito male”. Alessio: “Parlate dei problemi con gli esperti”

01 Marzo 2018


Lorenzo e Alessio hanno 26 e 34 anni. Le loro sono storie sono diverse ma entrambe sprofondate nel tunnel della dipendenza dalla droga. La prima volta con gli stupefacenti è stata, come per tanti, durante l’adolescenza. Un incidente e il disagio di sentirsi incompresi, potrebbero essere state le cause all’origine di un vortice che li ha portati alle tenebre. Entrambi, dopo aver toccato il fondo, sono tornati a vivere grazie all’aiuto dei professionisti e dei volontari della comunità di recupero per tossicodipendenti La Vela di Iustiano, una delle strutture gestite dall’associazione La Ricerca. Ora i due ragazzi hanno voglia di ricominciare un nuovo cammino alla luce del sole.

“Se non fossi entrato in comunità sarei finito male – racconta Lorenzo -. La prima volta ho abbandonato ma la seconda sono rimasto. Ho imparato a parlare dei miei problemi e volermi bene e questo è il consiglio che, sulla base della mia esperienza, voglio dare a chi si trova nella mia situazione di un anno fa”. Anche Alessio è d’accordo e aggiunge: “Con la cocaina la situazione mi era sfuggita di mano. Parlare del problema con gli esperti e con la famiglia aiuta ad uscirne”. I loro sogni fuori dalla comunità? Una famiglia e un lavoro onesto.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà