Polveri sottili oltre i limiti nonostante la neve. “Colpa dei riscaldamenti”

02 Marzo 2018

 

Nonostante la nevicata, le centraline Arpae hanno registrato sforamenti di polveri sottili. I valori riscontrati alla stazione Giordani Farnese in centro a Piacenza, a Lugagnano e a Besenzone sono risultati oltre i limiti nella giornata di ieri, giovedì 1 marzo. Nello specifico in centro a Piacenza il valore era di 64 microgrammi al metro cubo (il limite è 50), a Besenzone 60 e a Lugagnano 54. “In generale la neve contribuisce a pulire l’aria ma il freddo degli ultimi giorni ha indotto i cittadini ad alzare la temperatura nelle abitazioni e il riscaldamento è una delle principali cause delle polveri fini” ha spiegato Giuseppe Biasini, direttore di Arpae Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà