Via Calzolai: 26 attività chiuse, i commercianti: “Negozi storici e altissima qualità”

07 Giugno 2018

Via Calzolai come un mercato permanente della città, in pieno centro storico, dove poter trovare davvero di tutto: dalla panetteria ai bar, dal calzolaio al fruttivendolo, dalla galleria d’arte alla torrefazione, dall’oggettistica per la casa alla macelleria, dai prodotti bio ai gioielli. Una delle vie più affascinanti di Piacenza si prepara a combattere la crisi con i commercianti decisi a unire le forze per riportare la zona agli antichi splendori. Negli ultimi anni infatti la crisi, e in certi casi, la pigrizia dei consumatori o la mancanza di politiche di sviluppo adeguate, hanno messo in ginocchio diverse attività. Oggi si contano 26 negozi chiusi.

“La situazione è preoccupante racconta Angela Avanzini di Cocotte – però noi puntiamo sulla qualità. C’è un’ampia offerta e tutta di commercianti piacentini che ci mettono tempo, dedizione e passione cercando di resistere ma anche di dare sempre qualcosa in più al cliente”. “Sono momenti di crisi generale in tutte le città e i centri storici, senza un intervento deciso, sono destinati a scomparire soppiantati dai centri commerciali – aggiunge Giuseppe Bassi di Bifrutta – dovremmo pagare meno tasse, avere più parcheggi vicini e poter contare su una ristrutturazione della zona” – ha spiegato lo storico fruttivendolo.

C’è anche chi ha avuto il coraggio di cambiare come Chiara Bianchi e Cristina Carini che da via XX Settembre si sono spostate in via Calzolai con il loro negozio di abbigliamento: “Siamo molto soddisfatte della nostra scelta e speriamo che altri negozianti seguano questa strada. Qui la clientela è più selezionata e la zona è tranquilla”. “Ma gli affitti dovrebbero abbassarsi ulteriormente per attirare possibili acquirenti – aggiunge Loretta Molinari della Galleria Nuovo Spazio Arte Contemporanea – eravamo 5 gallerie e le altre hanno chiuso perché c’è poco passaggio. Io resisto da 20 anni ma non è facile. Cerco di sostenere l’arte a Piacenza con diverse mostre di prestigio ma a volte viene voglia di chiudere. Poi i proprietari dei muri dovrebbero tenere pulite le vetrine vuote magari abbellendole per rendere più gradevole il passaggio nella via”. “Invitiamo i cittadini a venire qui dove c’è davvero di tutto e prodotti di qualità – spiega Andrea Pelizzeni della Torrefazione e caffè Pelizzeni – abbiamo delle eccellenze e ci adoperiamo per curare le nostre attività e i clienti”.

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà