Regione e Comune confermano: il nuovo ospedale si farà

13 Luglio 2018


Incontro in Regione tra il presidente Stefano Bonaccini, l’assessore Sergio Venturi e la sindaca Patrizia Barbieri dopo che il Consiglio comunale di Piacenza ha ritenuto non idonee le aree militari ‘Caserma Lusignani’ ed ‘Ex Pertite’. Ausl e Comune definiranno insieme le caratteristiche tecniche dell’area dove edificare ma il nuovo percorso non dovrà comportare maggiori oneri rispetto all’impiego delle aree militari.

Indietro non si torna: il nuovo ospedale di Piacenza si farà. La Regione Emilia-Romagna e il Comune di Piacenza confermano infatti la volontà di costruire il nosocomio.

“Ribadiamo che la Regione è pronta a fare la sua parte rispetto a quelli che saranno gli investimenti economici necessari- afferma l’assessore Venturi- e la volontà di collaborare con il Comune e le istituzioni locali per dotare il territorio di Piacenza di un nuovo ospedale, a beneficio dei cittadini e del sistema sanitario provinciale e regionale, che intendiamo continuare a potenziare e rafforzare”.

La Regione ha preso atto della volontà del Consiglio comunale di Piacenza, che lo scorso 25 giugno ha deciso di recedere dal protocollo d’intesa con il Ministero della Difesa, l’Agenzia del Demanio, la Regione stessa e l’Azienda Usl di Piacenza per la riqualificazione di alcune aree già ad uso militare: l’amministrazione comunale ha infatti ritenuto che le due aree “Caserma Lusignani” ed “Ex Pertite” non fossero idonee per ospitare la nuova struttura ospedaliera.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà