Schianto in via Martiri, arrestati i due rapinatori. Il questore: “Un ringraziamento ai miei uomini”

16 Luglio 2018

Lo hanno prima malmenato, poi hanno tentato di legargli i polsi e infine gli hanno rubato circa 30mila euro in contanti, salvo poi fuggire a tutta velocità a bordo dell’auto della vittima. Protagonisti della vicenda due individui di nazionalità cinese che ieri, domenica 15 luglio, si sono dati appuntamento con un connazionale (un 34enne titolare, assieme alla moglie, di un bar a Pavia) nel parcheggio della stazione di Piacenza, salvo poi derubarlo e scappare con la sua Suzuki. Una manovra stradale piuttosto azzardata nei pressi di Piazzale Roma ha però insospettito la polizia, che ha intimato l’alt ai due uomini in fuga. Ne è nato quindi un inseguimento da film che ha attraversato tutta la città, intorno alle 20.30 di ieri, domenica 15 luglio. Dalla rotonda della Lupa sino ad arrivare in zona stadio, le volanti della polizia (una impegnata ad inseguire i fuggitivi, l’altra con l’obiettivo di chiudere loro la strada) non hanno mollato la presa, tallonando i due cinesi sino in via Martiri della Resistenza. Qui, braccati dalle forze dell’ordine, i due rapinatori avrebbero cercato di speronare una delle due volanti, perdendo però il controllo della vettura e schiantandosi prima contro un’auto in sosta e poi contro uno degli alberi che costeggiano il viale, poco dopo la parrocchia di San Giuseppe, a quell’ora particolarmente frequentata. La polizia ha così potuto verificare il perché della fuga e recuperare prontamente il bottino. Si tratta, come detto, di 30mila euro in contanti, contenuti in un marsupio. Secondo la vittima della rapina, un 34enne titolare assieme alla moglie di un bar a Pavia, i soldi (per il momento sottoposti a sequestro) erano destinati ad alcuni parenti in Cina.

Come detto, tante persone circolavano nei paraggi ed è grazie alla pianta (che ha interrotto bruscamente la corsa dell’auto impazzita) se una donna, che si trovava sul marciapiede, non è stata travolta dalla vettura in fuga a folle velocità. Proprio i cittadini presenti sul posto sono stati i primi a complimentarsi con gli agenti impegnati nell’inseguimento, mentre un plauso particolare è stato rivolto loro questa mattina dal questore di Piacenza Pietro Ostuni. “E’ stata un’azione condotta con altissima professionalità, tenacia, determinazione e capacità tecniche considerevoli – ha affermato -. Inseguire due rapinatori nel centro cittadino per diversi chilometri, evitando che qualche persona si facesse male, non è una cosa da poco. I nostri agenti – ha quindi concluso – non hanno sbagliato nulla, dando prova di preparazione e sangue freddo”.

I mezzi di soccorso e i vigili del fuoco hanno poi estratto dalle lamiere i due cinesi, entrambi in gravi condizioni, trasportati infine all’ospedale di Piacenza. Non sarebbero in pericolo di vita. La polizia sta indagando per capire il motivo dell’incontro tra i rapinatori e la vittima.

GUARDA L’INTERVISTA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà