Appello

I piacentini chiamati a realizzare un monumento a ricordo dei mondariso

2 settembre 2018

La Provincia di Piacenza, dopo la decisione del consiglio provinciale riunito a luglio in corso Garibaldi, è stata di parola. Aveva preso un impegno con il sopravvissuto alla strage di giovani mondariso del 1956 al rio Boffalora, Paolo Briggi, e lo ha rispettato: così è stato ora aperto ufficialmente un conto corrente per raccogliere offerte che saranno utilizzate per la realizzazione di un monumento a ricordo di quel sacrificio.

Il monumento, in particolare, ricorderà i dodici martiri e gli otto feriti (Libertà, venerdì, ha dedicato una pagina a due preziosi sopravvissuti, Maddalena e Gaspare) che quel tragico 6 ottobre 1956 andavano nel Vercellese come mondariso e precipitarono invece nel dirupo, giù, in Trebbia, tra Marsaglia e Bobbio. Sarebbe dunque importante riuscire a raggiungere il risultato entro il 6 ottobre. Alle vittime del rio Boffalora, morte mentre andavano a lavoro, è stato intitolato nel 2008 un giardino a La Verza.

TUTTI I DETTAGLI SUL QUOTIDIANO LIBERTA’ IN EDICOLA OGGI 

la tragedia di Boffalora 1956 la tragedia di Boffalora 1956

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza