Domani l'autopsia

Scomparsa Boiardi: vasto cordoglio. Niente visite alla camera mortuaria, i funerali sabato

19 settembre 2018

E’ ancora vasto il cordoglio per la scomparsa dell’ex presidente della provincia Gianluigi Boiardi. Attestati di stima stanno arrivando da più parti in queste ore anche da correnti politiche contrapposte a  dimostrazione del fatto che Boiardi ha lasciato un segno e un ricordo positivo in chi lo ha conosciuto.
Uomo di valore, schietto e generoso se n’è andato a 67 anni. Ricoverato d’urgenza nei giorni scorsi all’ospedale di Piacenza è morto ieri pomeriggio, 18 settembre. Per chiarire le cause del decesso, forse dovuto a un’infezione, domani mattina verrà effettuata l’autopsia. 

“Persona che trasmetteva fiducia, amante del suo paese con attenzione particolare riposta in tutto ciò che intraprendeva” – ha scritto in una nota Fabio Callori Vice Sindaco di Caorso. “Un politico diretto e schietto, fuori dagli schemi. Di fronte alla scomparsa di chi si è tanto speso per la propria comunità non posso che esprimere commozione a nome degli amministratori e dei militanti del Partito di Forza Italia” – ha aggiunto Jonathan Papamarenghi Segretario Provinciale Forza Italia. 

Cordoglio anche dalla Lega: “Gianluigi aveva una grande capacità di relazioni personali e un grande amore per la sua terra. Pur di seguire da vicino la Provincia, ha rinunciato al mandato parlamentare nel 2005, un gesto raro e di tutto rispetto – hanno commentato i parlamentari della Lega, Elena Murelli e Pietro Pisani.

Per volontà della famiglia la salma non verrà esposta presso la camera mortuaria dell’ospedale di Piacenza ma amici conoscenti e colleghi potranno dare l’ultimo saluto nella chiesa di San Nazzaro a partire da venerdì pomeriggio. Se arriverà il nulla osta dopo l’esame autoptico i funerali si terranno nella stessa chiesa sabato 22 settembre alle 15.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza