Trasmessa dal cibo

Listeria, batterio killer. Tre casi gravi nel Piacentino, tra loro un neonato

12 novembre 2018


Due anziani e un neonato (che ora sta meglio) nelle ultime settimane sono stati ricoverati in ospedale a Piacenza per la listeriosi, una malattia infettiva che colpisce l’uomo e gli animali ed è provocata dalla listeria, una famiglia di batteri presente nell’ambiente. Il contagio avviene attraverso il cibo, i sintomi sono quelli dell’influenza. La malattia è rara ma i casi sono gravi e il tasso di mortalità è alto. Anziani, neonati e persone con deficit immunitario sono i soggetti più colpiti. “Sulle cause del contagio nei tre casi registrati nel Piacentino sono in corso le analisi dei campioni per capire l’origine – spiega Marco Delledonne, direttore Dipartimento Sanità pubblica dell’Ausl -; in passato ci sono stati casi legati al consumo di salmone affumicato e verdure congelate, i prodotti erano stati ritirati dal mercato. Potenzialmente tutti i cibi possono essere a rischio, talvolta la contaminazione non riguarda il prodotto ma magari l’affettatrice, la superficie o gli strumenti con cui è stato manipolato. Come consiglio per le categorie più a rischio c’è quello di evitare alcuni cibi come salmone affumicato, alcuni formaggi a pasta molle erborinati. Per le donne in gravidanza il consiglio è quello di cuocere i cibi”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza