Anziano di 85 anni

Cade mentre viaggia sull’autobus e muore il giorno dopo, la Procura apre un’indagine

20 novembre 2018

 

Cade sull’autobus, viene ricoverato in ospedale per una frattura del femore e il giorno dopo muore. È stata la triste sorte di un 85enne piacentino. Una morte su cui la Procura della Repubblica di Piacenza vuole vederci chiaro. Per questo ha incaricato un medico legale di eseguire un’autopsia per stabilire le cause del decesso. L’esame sarà eseguito il 21 novembre alla camera mortuaria del cimitero cittadino.

L’autopsia è stata disposta dal sostituto procuratore Emilio Pisante, che ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio colposo. Infatti, visto che l’anziano è caduto mentre viaggiava su un autobus di linea di Seta, si tratterà di capire, in primo luogo, se la caduta sia stata la conseguenza di una manovra brusca e improvvisa dell’autista o se, al contrario, sia indipendente dalla condotta di guida dell’autista; in secondo luogo, il medio legale dovrà chiarire se la morte in ospedale è una diretta conseguenza della caduta sul bus e della frattura della gamba o se tra i due fatti non sia possibile stabilire un nesso di causalità.

L’85enne venerdì pomeriggio, 16 novembre, viaggiava insieme alla moglie su un autobus di Seta lungo la linea urbana 15, che collega il centro storico con la Besurica. Dopo la caduta e la frattura, l’uomo è stato trasportato al pronto soccorso e quindi ricoverato al Polichirurgico. E qui il suo cuore ha cessato di battere il giorno successivo.

 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza