Ma il 2019 preoccupa

Il 2018 di Confindustria: “Forte crescita meccanica e agroalimentare”

10 dicembre 2018

E’ stata un’occasione per tracciare un bilancio del 2018 la tradizionale assemblea annuale di Confindustria Piacenza che si è tenuta nel pomeriggio di lunedì 10 dicembre.
“Abbiamo registrato incoraggianti segnali di ripresa – ha spiegato il presidente Alberto Rota – a trainare l’economia piacentina è soprattutto la meccanica, settore in continua crescita. Anche l’agroalimentare ha regalato grandi soddisfazioni con un +8%. Si conferma la sofferenza del comparto delle costruzioni”. Per quanto riguarda i due poli universitari di eccellenza presenti sul territorio, Rota auspica che l’università Cattolica riesca a realizzare il progetto di una nuova ala e di un aumento degli iscritti. Nonostante, però, i dati positivi Rota si definisce “preoccupato per il 2019: dobbiamo, infatti, essere molto cauti e sperare in un’inversione di tendenza anche a livello politico”.

Confindustria conta un fatturato di 8 miliardi con 25mila addetti. La metalmeccanica ricopre il 35%, con una crescita tra il 10 e 30% per le aziende di macchine utensili. Il settore alimentare registra invece una forte crescita nell’export. L’occupazione ha segnato un +0.8%. La logistica conta infine una grande espansione. Per quanto riguarda la cassa integrazione a ottobre 2018 sono state richieste 560mila ore contro gli oltre 2 milioni dell’anno scorso. “Un ottimo risultato”, ha spiegato il direttore Cesare Betti.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE