Avvenne il 28 maggio

Omicidio di Elca Tereziu, il Comune si costituisce parte civile

19 dicembre 2018


Il Comune di Piacenza si costituirà parte civile nel procedimento penale che riguarda il brutale omicidio di viale Dante dello scorso 28 maggio. Lo ha deliberato all’unanimità la giunta Barbieri, ritenendosi parte offesa per l’uccisione della 52enne albanese Elca Tereziu dopo una lite domestica. Subito dopo, il marito 57enne Mehmeti Xhevdet si era costituito dai carabinieri: avrebbe afferrato un coltello e l’avrebbe colpita con almeno tre coltellate nella loro abitazione. Inutili i soccorsi chiamati dal figlio minorenne, dopo aver trovato la madre in un lago di sangue in cucina.

I figli della coppia sono stati presi in carico dai servizi sociali del Comune. Palazzo Mercanti ha inoltre inviato una domanda di contributo alla Fondazione Emiliano-Romagnola istituita per dare sostegno alle vittime di crimini dolosi di particolare gravità (di cui l’ente piacentino è socio fondatore).

I DETTAGLI SU LIBERTA’

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE