Fondazione vittime di reati, un caso piacentino tra le istanze accolte

08 Gennaio 2019

C’è anche una storia di violenza accaduta nel territorio piacentino ai danni di una donna tra le sei istanze accolte dalla Fondazione regionale vittime dei reati, per le quali sono stati erogati aiuti economici. Trattandosi anche di un abuso, oltre al sostegno psicoterapeutico la Fondazione ha finanziato anche le cure sanitarie.

Storie drammatiche che chiudono il bilancio di un anno impegnativo per l’ente nato nell’ottobre del 2004 per volontà della Regione Emilia-Romagna, delle Province e dei Comuni capoluogo con l’obiettivo di portare un aiuto immediato e concreto alle vittime dei reati più gravi o dei loro famigliari.

Gli ultimi casi e il bilancio 2018 dell’attività della Fondazione sono stati presentati martedì 8 gennaio dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e da Carlo Lucarelli, presidente della Fondazione stessa.

“Stare dalla parte delle vittime è un atto di civiltà doveroso e necessario – afferma il presidente della Regione, Stefano Bonaccini -. Schierarsi con loro per testimoniare, con atti concreti e immediati, che le istituzioni non lasciano solo chi ha subito un reato grave è il senso del nostro impegno nella Fondazione. Per questo ho deciso di portare da 90 a 150mila euro il contributo regionale annuo, confermato per tale importo anche nel 2019″.

“Sosteniamo tutte le vittime di reati gravissimi che avvengono nella nostra Regione – sottolinea il presidente della Fondazione, Carlo Lucarelli – con l’obiettivo di risolvere rapidamente e in concreto i problemi che queste persone si trovano ad affrontare e con il desiderio di far arrivare un segnale di vicinanza da parte delle istituzioni, proprio quando la violenza subita le porta ad avvertire un forte senso di impotenza e di solitudine”.

In Regione, nel 2018 sono stare accolte 31 istanze, 70 persone coinvolte e un aiuto immediato per ripartire con l’erogazione di 207mila euro: 27 donne, 4 uomini e 39 minorenni colpiti da gravi episodi criminali hanno ricevuto un aiuto dalla Fondazione regionale per le vittime dei reati, che ha erogato complessivamente 207mila euro. In 15 anni, dal 2004, le persone aiutate dalla Fondazione sono state 710 – di cui 109 uomini, 284 donne e 317 minorenni -, attraverso la concessione di contributi per quasi 3 milioni di euro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà