Piacenza tra le città italiane in cui si gioca di più. I dati nazionali

16 Gennaio 2019

Con una media di 2.190 euro pro capite, Piacenza risulta tra i venti comuni di medie dimensioni in cui si gioca di più in Italia. Il dato è stato pubblicato da Repubblica. In Italia complessivamente lo scorso anno sono stati spesi 107 miliardi di euro per tentare la fortuna, il 5,6% in più dell’anno precedente. In crescita anche il gioco online.

Acli, Associazioni cristiane lavoratori, dieci giorni fa aveva lanciato un appello ai sindaci dei 46 comuni piacentini per conoscere lo stato dell’arte dell’applicazione della legge regionale che impone lo spostamento delle sale slot distanti meno di 500 metri dai luoghi sensibili.

“Finora ci hanno risposto solo tre sindaci su 46” ha commentato con rammarico il presidente provinciale Roberto Agosti che ricorda anche la raccolta firme avviata alcuni anni fa per una legge di iniziativa popolare che concedesse più potere per i sindaci in merito agli orari di apertura delle sale gioco, l’accesso alle macchinette attraverso la tessera sanitaria, un tempo minimo tra una giocata e l’altra e un tetto giornaliero. A Piacenza furono raccolte 8mila firme.
Acli per il secondo anno lancia il progetto “Il gioco non è gioco” rivolto agli studenti di prima superiore per prevenire la dipendenza da gioco d’azzardo. Otto le classi coinvolte di tre istituti Romagnosi Casali, Enaip e per la prima volta Isi Marconi.

GIOCO D’AZZARDO, LA MAPPA COMUNE PER COMUNE

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà