Il ricordo delle vittime della Shoah. Don Basini: “Riflessione sul presente per evitare altre tragedie”. FOTO

27 Gennaio 2019

E’ nel ricordo di Omero Quarati, pittore che riuscii a sfuggire ai nazifascisti, che si è svolta questa mattina la cerimonia di commemorazione delle vittime della Shoah nel Giardino della Memoria, sullo stradone Farnese. Presente Sergio Bursi, in rappresentanza della amministrazione provinciale ed Elena Baio, vice sindaco del comune di Piacenza. Tra gli interventi anche quello di don Giuseppe Basini che ha parlato di “necessità di ricordare il passato, ma altrettanto indispensabile è operare una riflessione sul futuro e sull’attualità per riconoscere il pericolo di vedere ripetersi la storia”.

Proprio il 27 gennaio del 1945 fu scoperto il campo di concentramento di Auschwitz e attraverso le testimonianze dei sopravvissuti fu rivelata la tragedia.

Al termine della cerimonia, il prefetto Maurizio Falco ha consegnato le medaglie d’onore ai cittadini italiani militari e civili deportati ed internati nei lager nazisti e ai familiari dei deceduti.

Tra gli altri appuntamenti in città, al Collegio Alberoni dalle 16, è in programma la visita guidata che oltre al percorso ordinario prevede una sezione speciale dedicata alla Giornata della Memoria e un concerto ideato dal maestro Patrizia Bernelich. Alle 18.30 allo Spazio 2 è in programma la presentazione del libro “Heinz Heger. Gli uomini con il triangolo rosa”, uno spaccato sul dramma dell’Olocausto attraverso la testimonianza di un prigioniero omosessuale sopravvissuto.

Diversi gli appuntamenti in programma anche in provincia.

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà