L’ultimo saluto a Klodian tra le lacrime di amici e famiglia. Il feretro portato a spalla dagli scout

30 Gennaio 2019

La bara portata a spalla dagli scout, le lacrime versate dagli amici, il dolore lacerante della famiglia. Alle 15 di oggi pomeriggio, 30 gennaio, nella chiesa San Quintino di Gossolengo in centinaia hanno dato l’ultimo saluto a Klodian Murrizi, il 22enne rimasto ucciso nella notte tra venerdì e sabato sulla strada Agazzana, a Piacenza, mentre con l’amico Federico Gabrieli si trovava su un Suv che si è ribaltato e incendiato. Il corpo di Klodian è stato restituito per i funerali dopo il nulla osta di lunedì da parte del magistrato. Oggi tutto il paese si è stretto alla mamma del giovane, Dorina, il padre Berdhyl e la sorella Fabiana dimostrando l’affetto per Klodian che si era integrato e aveva stretto profonde amicizie anche grazie alla sua esperienza come scout.

Durante la celebrazione la sorella ha ringraziato tutti per la vicinanza dimostrata, al termine della messa il papà ha portato a spalla il feretro fino al cimitero mentre in cielo hanno preso il volo i palloncini bianchi.

L’amico scampato all’incidente, Federico, resta ancora ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Maggiore di Parma. In chiesa è stata recitata una preghiera anche per lui.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà