Il Centro Islamico pensa a un progetto di accoglienza permanente

31 Gennaio 2019


Una stufa, sei posti letto, coperte, un pasto caldo. I volontari del Centro Islamico di via Caorsana hanno lavorato nel pomeriggio per allestire una stanza dedicata ai senzatetto che in questi giorni rischiano la vita a causa delle temperature rigide. Il direttore del Centro Yassine Baradai rivolge un appello a tutti i cittadini che possono donare materiale come giacche e coperte. Al Centro oggi, giovedì 31 gennaio, era presente anche Gianni Bonadè, anima della Ronda della Carità che gestisce il rifugio Segadelli, dietro la stazione di Piacenza. Da tempo l’associazione sottolinea la carenza di posti letto per le persone che non hanno un’abitazione e l’idea del Centro Islamico è proprio quella di rendere l’accoglienza più strutturale. Il numero di riferimento per informazioni o segnalazioni di persone in difficoltà a causa del freddo è 342 1803409.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà