In auto impugnando un fucile: due romeni arrestati. Uno di loro in casa aveva un arsenale

01 Febbraio 2019

Tre fucili, due pistole, una balestra, un arco, diverse munizioni a pallettoni, una stella ninja con un teschio all’interno, frecce e una sciabola di fanteria. Un romeno di 35 anni, in casa, aveva un vero e proprio arsenale di armi scoperto dalla polizia. L’uomo è stato fermato ieri sera, 31 gennaio, mentre a bordo di una Toyota, procedeva a zig zag lungo la Tangenziale Sud di Piacenza in direzione piazzale Morandi. Con lui c’era un amico di 22 anni, ucraino ma con cittadinanza romena. Quando gli agenti hanno intimato l’alt alla vettura si sono trovati di fronte a una scena incredibile. Il 22enne impugnava, impassibile di fronte ai poliziotti, un fucile calibro 12 con canna rivolta verso il finestrino.

Ovviamente i poliziotti hanno sequestrato l’arma, risultata poi provento di un furto in abitazione avvenuto a Rottofreno nel 2017. Sotto al sedile era stata occultata anche una cartucciera con 25 munizioni. Il romeno 35enne alla guida è stato sottoposto all’alcoltest ed è risultato positivo con un limite quattro volte superiore al consentito. In casa l’uomo deteneva (legalmente in un armadio blindato) le altre armi sequestrate. Il materiale è stato messo a disposizione dell’ufficio Pasi della Questura. I due sono stati arrestati con l’accusa di porto abusivo di arma in pubblico.  

© Copyright 2021 Editoriale Libertà