Gelicidio: giornata di lavoro per riaprire strade e ripristinare luce e gas. Frazioni ancora al buio e ricomincia a nevicare

02 Febbraio 2019

Il gas è tornato a riscaldare il comune di Ferriere nel pomeriggio di sabato 2 febbraio. Gli abitanti si erano svegliati al freddo a causa del guasto di un tubo che i tecnici hanno provveduto a ripristinare scongiurando una serata gelida nelle abitazioni del comune montano. L’area di Ferriere è tra le più duramente colpite dal nuovo fenomeno di gelicidio che, dopo il dicembre 2017, ha fatto di nuovo capolino nel territorio piacentino mostrando il volto più rigido dell’inverno. La nevicata dei giorni scorsi ha ceduto il passo alla pioggia che, complici le basse temperature, è ghiacciata al suolo o sulle piante facendole cadere o spezzando i rami creando così un ostacolo o comunque un grave pericolo alla circolazione. Per quasi tutta la giornata le frazioni di diversi comuni dell’Alta Valdarda e dell’Alta Valnure ma anche di Valtrebbia e Valtidone sono rimaste isolate e senza luce. Operai, volontari di protezione civile e semplici cittadini hanno lavorato alacremente coordinati dagli amministratori e dai tecnici per ripristinare la normalità e consentire il transito. Il sindaco di Lugagnano Jonathan Papamarenghi ha annunciato che emanerà un’ordinanza per l’abbattimento delle essenze arboree a distanza di sei metri dalla carreggiata (tranne in particolari casi di rilevanza ambientale) per ragioni di pubblica sicurezza. Intorno alle 17 mancava ancora la luce al 30% delle utenze rimaste al buio. A Cattaragna di Ferriere è anche scesa una frana. In Valboreca sono stati portati in mattinata dei generatori per ripristinare l’illuminazione in attesa di conoscere l’origine del guasto.
Anche in pianura si sono verificati vari casi di gelicidio, con strade ghiacciate e scivolose. è stato infatti il ghiaccio sulla strada la causa della uscita di carreggiata di un’auto in strada Agazzano a San Nicolò. Al volante una donna di 46 anni che ha riportato lievi ferite. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la polizia municipale, l’auto medica del 118 e la croce rossa di San Nicolò. In tarda mattinata in prefettura si è tenuto un vertice per fare il punto della situazione. Nel pomeriggio in alcune zone ha ricominciato a nevicare.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà