Si finsero agenti per rapinare altri spacciatori: chiesti 10 anni

15 Febbraio 2019

Mostrarono dei tesserini per fingersi rappresentanti delle forze dell’ordine e, impugnando una pistola, rapinarono degli spacciatori che vendevano droga nei campi intorno a Castel San Giovanni. Fuggirono con una ventina di dosi di cocaina e con 700 euro. Un colpo seguito praticamente in diretta dai carabinieri di Piacenza che stavano intercettando la banda di pusher.

Il pubblico ministero Matteo Centini è convinto della colpevolezza di due uomini, un 38enne di Rottofreno e un dominicano di 34 anni e residente a Sarmato, e per loro ha chiesto una pena di dieci anni di carcere per rapina e per aver esibito i falsi tesserini. Ha invece chiesto l’assoluzione per altri due reati che gli vengono contestati: la detenzione e il porto abusivo della pistola, che in effetti non venne mai trovata. Il colpo venne messo a segno il 29 giugno del 2017.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà