Furto da 100mila euro in un’officina che rischia di chiudere

19 Febbraio 2019

A casa aveva già subito la sgradita visita dei ladri ma in officina i malviventi non erano mai entrati. Mario Dadà, titolare di un’azienda di riparazione delle pompe a iniezione dei motori diesel a Borgonovo, ieri mattina, lunedì 18 febbraio, ha scoperto l’intrusione avvenuta nel fine settimana quando i ladri, entrati forzando una finestra, hanno svuotato il locale. Dall’officina sono sparite attrezzature, computer e un’auto in riparazione sulla quale i ladri hanno caricato il bottino che ammonterebbe a oltre centomila euro. Del caso si stanno occupando i carabinieri che per le indagini si avvarranno anche delle telecamere di videosorveglianza della zona. L’imprenditore desolato ha commentato: “Non sono più un ragazzino, adesso ricomprare tutto è difficile. Tra l’altro volevo anche dedicarmi un po’ meno al lavoro, ma così non posso”. Per il meccanico è scattata la solidarietà dei colleghi delle altre officine del paese che, in attesa dell’acquisto dei nuovi materiali, gli presteranno il necessario per poter proseguire il lavoro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà