Bar chiuso per due settimane dalla questura. “Liti e risse senza chiamare le forze dell’ordine”. E’ il 15esimo in un anno

26 Febbraio 2019


E’ stato chiuso dalla polizia nella mattinata di martedì 26 febbraio il bar Leo di via Colombo a Piacenza. Il provvedimento avrà una durata di 15 giorni ed è stato attuato in seguito alle violazioni all’articolo 100 del Tulps (Testo unico leggi pubblica sicurezza) accertate dalla questura. La polizia era intervenuta per due casi avvenuti l’8 gennaio e il 31 gennaio. Nel primo episodio un marocchino dopo una lite era stato colpito dai gestori con un tubo di gomma e aveva riportato una prognosi di 7 giorni; il 31 gennaio, in base a quanto ricostruito dagli agenti, i due uomini erano arrivati alle mani con un altro marocchino che non voleva pagare i caffè che aveva bevuto. La polizia ha riferito che in entrambi gli episodi la titolare, una donna cinese di 43 anni e i gestori (padre e figlio di 46 e 28 anni) non hanno chiamato le forze dell’ordine manifestando scarsa collaborazione sul fronte della sicurezza. Si tratta del 15esimo caso di locale chiuso in un anno per la mancata osservanza dell’articolo 100 del Tulps.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà