Economia piacentina in crescita ma preoccupa il futuro

26 Febbraio 2019


Volano export e turismo, ci sono segnali di ripresa nell’edilizia e l’economia piacentina cresce (0,8%) più di quella italiana e regionale ma per il futuro domina l’incertezza. E’ previsto infatti un calo degli ordini e l’elevato numero di contratti di lavoro a termine a discapito di quelli indeterminati è un segnale di insicurezza. Lo rivela l’analisi congiunturale del primo semestre 2018 pubblicata dalla rivista Piacenza Economia e presentata all’Università Cattolica. All’incontro e’ intervenuto anche Guido Caselli, direttore del Centro Studi e statistica di Unioncamere Emilia Romagna che ha indicato le tre sfide future: sostenibilita’ ambientale “se non verrà messo in atto l’accordo di Parigi, a breve alcune terre come il delta del Po finiranno sott’acqua” ha dichiarato Caselli; le altre sfide sono rivoluzione digitale, “uno spartiacque tra chi riesce ad essere competitivo e chi no” e la demografia: “tra vent’anni la popolazione della provincia sarà composta prevalentemente da anziani e stranieri che è un segnale positivo perché vuol dire che si sta bene però comporta problemi per l’impatto delle politiche sociali”.

Leggi il rapporto Piacenza Economia

© Copyright 2021 Editoriale Libertà