Dal canale spunta attrezzo per pesca illegale. Due uomini in fuga

13 Marzo 2019

Un attrezzo da pesca illegale è stato trovato nel canale nei pressi della centrale elettrica di Caorso nell’ambito dell’operazione di vigilanza ittico-ambientale congiunta Carp Fishing Italia e Accademia Kronos di Piacenza. “Si tratta di una nassa di tipo comune, fissata con fune all’estremità del canale – fanno sapere gli operatori -. Non vi erano specie ittiche catturate, ma all’interno dell’attrezzo vi era collocata della pastura solida utilizzata come esca”. L’attrezzatura è stata sequestrata dagli agenti di polizia giudiziaria ittica del Carp Fishing Italia ed è stato redatto un verbale di violazione e di sequestro contro ignoti. Gli agenti percorrendo la strada arginale del torrente Chiavenna, hanno notato due persone che immediatamente si sono date alla fuga, facendo perdere le proprie tracce; in prossimità gli agenti hanno trovato l’attrezzo. L’operazione è stata condotta da quattro agenti del Carp Fishing Italia e Accademia Kronos di Piacenza, coordinata dal presidente del Carp Fishing Italia di Piacenza Mauro Beghi e dal dirigente della vigilanza Alessandro Gambazza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà