“Favorì l’immigrazione clandestina”: piacentino condannato a tre anni

20 Marzo 2019

Un piacentino, rappresentante di prodotti per l’agricoltura, è stato condannato a tre anni di carcere e 720mila euro di multa per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’uomo era accusato di aver favorito l’ingresso illegale in Italia di cittadini extracomunitari (egiziani, marocchini, pachistani e dello Sri Lanka) con il pretesto di farli lavorare come braccianti nei vigneti della Valtidone. Per i fatti, avvenuti tra l’autunno e l’inverno del 2011, tre viticolotori valtidonesi sono stati assolti.
La sentenza è stata pronunciata in tribunale a Piacenza dalla Corte presieduta dal giudice Gianandrea Bussi. La difesa ha preannunciato appello.

TUTTI I DETTAGLI SUL QUOTIDIANO LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà