Troppe auto ma poche alternative: indagine degli studenti sulla mobilità

28 Marzo 2019


Molto traffico e di conseguenza livelli elevati di smog, mezzi pubblici vecchi e piste ciclabili spesso inadeguate. E’ il quadro della mobilità di Piacenza emerso dall’indagine presentata dagli studenti del Liceo Gioia che, nell’ambito della Settimana della Scienza, hanno organizzato un dibattito dedicato ad ambiente e trasporti con i rappresentanti delle istituzioni locali per fare luce sulle problematiche attuali e le prospettive future. “C’è tanto da fare – commentano gli studenti – però ognuno di noi ha la possibilità di migliorare con piccole azioni concrete come lasciare l’auto al fuori del centro storico e muoversi in bici o a piedi”.

Dopo la marcia sul clima di venerdì 15 marzo, Libertà aveva documentato l’assembramento disordinato di veicoli che proprio davanti al Gioia si crea un disordinato assembramento di auto nelle ore di uscita da scuola a causa di genitori che si recano a prendere i figli. “Iniziative come questa possono sensibilizzare i ragazzi e di conseguenza le loro famiglie affinché tutti possiamo apportare piccoli cambiamenti alle nostre abitudini che risultano fondamentali per una causa così importante” ha sottolineato il dirigente scolastico Mario Magnelli. Al dibattito è intervenuto l’assessore alla mobilità del Comune Paolo Mancioppi che tra le azioni concrete di Palazzo Mercanti ha accennato al bando per nuove colonnine di rifornimento delle auto elettriche.

Il dibattito prosegue domani in Sant’Ilario con le possibili soluzioni proposte dagli studenti.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà