"Piacenza in the Jungle"

Aree verdi come foreste: campi giochi, giardini pubblici e marciapiedi invasi dall’erba alta

29 aprile 2019

“Piacenza è sempre più “green””. La cittadina Paola Lupi ride per non piangere e, con una battuta amara, descrive la condizione delle aree verdi piacentine: campi giochi, giardini pubblici, aiuole, marciapiedi e cigli stradali sono infatti sovrastati dalle erbacce selvatiche. La donna sta mantenendo viva la fiamma dell’indignazione sui social network, dove ha creato il gruppo Facebook “Piacenza in the Jungle” (cioè “Piacenza nella giungla”) per “raccogliere foto e testimonianze delle varie zone in grave stato di abbandono, con la speranza che l’amministrazione comunale se ne occupi in tempi brevi. Vicino a casa mia, in centro storico – aggiunge Lupi -, ci sono tanti spazi verdi lasciati allo sbando, pieni di cespugli folti e rami lunghissimi”.

A ben guardare, la problematica riguarda quasi tutta la città: dal cuore di Piacenza alla cinta muraria, dai quartieri alle frazioni. Il mancato svolgimento delle operazioni di sfalcio dei prati e potatura delle piante è dovuto ai ritardi nell’assegnazione dell’appalto per la manutenzione del verde comunale, che ammonta complessivamente a 4,8 milioni per il triennio 2019-2021. Le procedure burocratiche sono ancora in corso e, nel frattempo, molti abitanti sono insorti per denunciare le “foreste urbane” sparse qua e là, con le sterpaglie, i ciuffi d’erba altissimi e le chiome degli alberi che sfiorano il suolo.

Il Comune, alla luce delle segnalazioni ricevute, ha iniziato, questa mattina 29 aprile, le operazioni di manutenzione straordinaria del verde. 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza