A Borgonovo

Rumena seduttrice cerca di estorcere denaro a un 76enne: arrestata

5 maggio 2019

Estorce denaro ad un 76enne di Borgonovo Val Tidone, ma il figlio della vittima si accorge di tutto e avverte i carabinieri che organizzano una “trappola” e la arrestano. E’ finito in manette ieri, sabato 4 maggio, con l’accusa di estorsione una 31enne nata in Romania, in Italia senza fissa dimora, pregiudicata.
Il 76enne il 1° maggio sulla fiera di Pianello V.T. ha conosciuto la donna, con la quale si è “intrattenuto” consegnandole una banconota da 50 euro. Ammaliato dall’idea di trascorrere altri piacevoli momenti di trasgressione, ha fissato per il giorno dopo un altro appuntamento.

Nell’occasione, la donna lamentandosi del fatto che le fossero stati corrisposti solo 50 euro ad incontro, ha sfilato dal portafoglio dell’anziano la patente di guida minacciandolo di farlo venire a prendere a casa da qualcuno se non le avesse portato nei giorni seguenti 300 euro. Per fortuna l’anziano, non potendo in autonomia operare sui propri conti correnti, si è confidato con il figlio il quale ha immediatamente allertato i carabinieri di Borgonovo.

I militari hanno approntato un mirato servizio atto ad intercettare ed osservare a distanza l’incontro tra la vittima e la seduttrice. E così, nel pomeriggio di ieri, vicino al greto del fiume Tidone, la straniera è stata bloccata sull’auto dove aveva appena ricevuto dall’anziano le banconote precedentemente fotocopiate. Inoltre, è stata rinvenuta negli abiti della donna anche la carta di circolazione dell’autovettura dell’anziano: probabilmente un ulteriore strumento per estorcere altro denaro. E’ stata tratta in arresto in flagranza e portata al carcere di Piacenza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE