L'Arma compie 205 anni

Lotta allo spaccio di droga: 60 arresti e 40 denunce in quattro mesi

5 giugno 2019

L’Arma dei carabinieri celebra i 205 anni dalla fondazione. La cerimonia piacentina si è tenuta nel cortile della caserma di via Beverora alla presenza dei militari, delle loro famiglie e delle autorità, tra le quali anche diversi sindaci eletti lunedì scorso.

“Sono soddisfatto dell’attività svolta i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti. I principali reati, soprattutto quelli che più colpiscono l’opinione pubblica come furti e rapine, sono calati. Abbiamo aumentato i servizi di controllo e continueremo su questa strada” ha dichiarato il comandante provinciale Michele Piras che ha elogiato la collaborazione con le altre forze dell’ordine, le istituzioni locali e i cittadini. Nel primo quadrimestre del 2018 nel Piacentino si è registrato un calo del 18% dei reati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; i furti sono diminuiti del 20% (quelli in abitazione del 15%) e le rapine del 30%. Le persone arrestate sono state 163 (lo scorso anno furono 118). Per quanto riguarda l’attività preventiva sono quasi 7mila le pattuglie e perlustrazioni messe in campo, il 4% in più rispetto all’anno precedente. Nell’ambito del contrasto allo spaccio di droga, 60 persone sono state arrestate e 40 denunciate in quattro mesi.

“Invitiamo i cittadini a denunciare perché lo Stato di diritto è più forte. I carabinieri devono essere uomini giusti, di esempio per tutti. Se qualcuno sbaglia dovete dirlo, dobbiamo onorare la nostra divisa che è quella degli italiani” ha aggiunto il comandante.

Durante la cerimonia sono stati premiati i militari che si sono contraddistinti per particolari operazioni. Altri carabinieri delle stazioni piacentine sono stati premiati alla cerimonia regionale a Bologna. Gli alunni delle scuole elementari (tre classi della don Minzoni e della Carella) hanno assistito all’evento sventolando le bandiere tricolore durante l’inno nazionale.

 

Importante infine lo sforzo profuso nel contrasto del particolare fenomeno dello spaccio di stupefacenti. Infatti nell’anno 2018 sono state deferite alla Procura della Repubblica di Piacenza ben 295 persone, di cui 118 in stato di libertà e 177 in stato di arresto, mentre sono stati segnalati alla Prefettura piacentina quasi 500 assuntori (di cui 20 minori). Inoltre sono stati sequestrati 30 chili di droga. Nel primo quadrimestre di quest’anno, invece, sono già 100 le persone deferite all’Autorità giudiziaria, 40 in stato di libertà e 60 in stato d’arresto.

I DATI DELL’ATTIVITA’ E I CARABINIERI PREMIATI

 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza