Tribunale

Pestaggi a sfondo razziale: chiesti 3 e 6 anni di pena per due amici

4 luglio 2019

 

Difeso da un amico intervenuto in suo favore dopo che era stato percosso da un marocchino e poi picchiato dallo stesso amico per una vicenda di soldi. E’ emerso anche questo episodio nel contesto di una serie di pestaggi, alcuni dei quali a sfondo razziale e anche un tentativo di estorsione, che sono stati ricostruiti il 3 luglio in aula dal pm Matteo Centini che al termine della sua requisitoria ha chiesto per un 35enne piacentino 6 anni di pena e per un 40enne, nomade di origini lucane, 3 anni di pena con rito abbreviato e quindi con lo sconto di un terzo di pena. Nella vicenda coinvolto anche un marocchino ventinovenne accusato solo di lesioni, per lui chiesta la messa in prova.

Più grave la posizione del piacentino che aveva otto capi d’imputazione: tentata estorsione, tre episodi di lesioni, la discriminazione razziale, guida in stato di ebbrezza, il porto abusivo di oggetti da offesa (un tirapugni) resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e la tentata estorsione. Il lucano rispondeva invece di un caso di lesioni e della tentata estorsione.

TUTTI I DETTAGLI SUL QUOTIDIANO LIBERTA’ IN EDICOLA 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza