Falso allarme

Scambiati per due truffatori: rappresentanti portati in questura

21 luglio 2019

Due giovani rappresentanti di un’azienda della luce sono stati scambiati per truffatori e, dopo essere stati fermarti dalla polizia, sono stati sottoposti a meticolosi accertamenti. E’ accaduto nel tardo pomeriggio di venerdì scorso in via Gardella a Piacenza. I due, entrambi poco più che 20enni, circolavano di porta in porta con cartelle e documenti, suonando campanelli e citofoni. Come appurato poi dalla polizia, proponevano nuovi abbonamenti per quanto riguarda la luce elettrica. Suonando ai campanelli affermavano con gli inquilini di proporre contratti a prezzi molto convenienti. Alcuni li hanno gentilmente allontanati. Altri si sono invece insospettiti e, temendo che i due potessero essere dei finti addetti ai contratti per la luce elettrica, hanno chiamato la polizia. In via Gardella sono dunque accorse pattuglie della volante che hanno rintracciato e fermato i due giovani, successivamente portati in questura. Gli agenti hanno esaminato i loro documenti, così come quelli relativi all’azienda per la quale lavorano. Tutto è risultato in regola e, in serata, i due hanno abbandonato la questura.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE