Giovane romena

Estorsione a sfondo sessuale nei confronti di un anziano: condannata a tre anni

27 luglio 2019

Condannata a 3 anni e mezzo per un’estorsione a sfondo sessuale. La giovane imputata, che ora si trova agli arresti domiciliari in un comune della Valdarda, dopo aver intrecciato una relazione con un anziano della Valtidone, chiese all’uomo 3mila euro in cambio del suo silenzio. “Se non mi dai i soldi racconto tutto alla tua famiglia”, disse.  E rincarò la dose mostrando un’ecografia e cercando di fargli credere d’essere incinta. Una messinscena che le costò caro visto che nel novembre del 2018 la 29enne di origine romena, naturalmente non incinta, fu arrestata dai carabinieri della stazione di Borgonovo. Ieri, 26 luglio, il processo si è concluso con una condanna con rito abbreviato, che dà diritto a uno sconto di un terzo della pena. In aula il pubblico ministero Emilio Pisante, mentre il verdetto è stato pronunciato dal giudice Stefania Di Rienzo.

TUTTI I DETTAGLI SUL QUOTIDIANO LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Val Tidone

NOTIZIE CORRELATE