Si erano conosciuti sui social

Denuncia il compagno per stalking poi lo perdona, lui torna e la aggredisce ancora: arrestato

29 luglio 2019

 


Esasperata aveva denunciato il compagno per stalking e lui le aveva promesso che sarebbe tornato ad ammazzarla. La donna lo ha perdonato ma domenica quando si è ripresentato nella sua abitazione l’avrebbe aggredita mettendole le mani al collo. L’uomo, un 65enne siciliano è stato arrestato dai carabinieri. La vittima è una donna piacentina di settant’anni che ha conosciuto il 65enne sul social network Facebook nell’autunno scorso ma pochi mesi dopo era emersa la vera natura dell’uomo che, al termine di una lite per gelosia, ha schiaffeggiato la compagna. Al primo episodio di violenza ne erano seguiti altri. In marzo la piacentina era riuscita a sfuggire all’aggressore raggiungendo la casa di un vicino. Il mese dopo avrebbe cercato di soffocarla con un cuscino. Nei giorni scorsi l’aveva di nuovo aggredita con calci e pugni e lei per farlo smettere gli aveva chiesto scusa. Poco dopo con uno stratagemma lo aveva invitato a scendere in garage ed era riuscita a chiedere aiuto. Era così scattata la denuncia. La settantenne in seguito lo ha perdonato ed era pronta anche a ritirare la denuncia. Ma domenica lui è tornato e al termine dell’ennesima lite in cui ha cercato di mettere le mani al collo della donna è stato arrestato dai carabinieri di Rivergaro. L’uomo le aveva anche fornito un nome falso.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza