Grandinata del 2 agosto

Valchero: “Niente vendemmia per due stagioni”. Gli agricoltori chiedono lo stato di calamità

5 agosto 2019

Un intero raccolto distrutto in pochi minuti, compromettendo non solo l’intera produzione di quest’anno ma con ogni probabilità anche quella della prossima stagione, con danni incalcolabili per le viti. Il nubifragio che venerdì pomeriggio si è abbattuto sul nostro territorio ha colpito duramente, tra le altre, anche la zona delle colline sopra Carpaneto, dove la grandine ha letteralmente devastato una striscia di territorio impressionante, partendo da Travazzano e spingendosi fin quasi a Gropparello: in pratica tutta la fascia collinare.

“Il lavoro di un anno spazzato via in 28 minuti di apocalisse, siamo in ginocchio“. A parlare è Marco Bertotti, titolare di un’azienda agricola sulle colline sopra Travazzano. “Da queste parti non si è mai registrato un evento del genere – ha proseguito Bertotti -, motivo per il quale molti di noi non sono assicurati. A questo proposito ci appelliamo alla Regione, per indire al più presto lo stato di calamità“.

Il consigliere di Fratelli d’Italia Giancarlo Tagliaferri ha confermato di aver già inoltrato tale richiesta: “Credo che la Regione debba assolutamente riservare dei fondi per questi eventi calamitosi sempre più frequenti in agricoltura. Stiamo parlando di un settore, quello agricolo, fiore all’occhiello in Emilia Romagna e risorsa importante e fondamentale del nostro territorio”.

 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE