Ucciso dalla mafia 26 anni fa

“Insegno a chiedere per piacere”: allo Spazio 4 il ricordo del beato Puglisi

14 settembre 2019

Per gli italiani padre Pino Puglisi, proclamato Beato nel 2013, è un simbolo della lotta alla mafia. Per i familiari era un fratello, uno zio, un uomo che conoscevano nella dimensione più intima e con il quale avrebbero voluto condividere la loro vita. Il giornalista Fulvio Scaglione, già vicedirettore di Famiglia Cristiana, ha raccolto le testimonianze dei familiari di padre Puglisi in un libro presentato allo Spazio 4, nell’incontro organizzato dal consigliere comunale Gloria Zanardi e moderato dalla giornalista di Telelibertà Nicoletta Marenghi. Don Pino Puglisi fu ucciso dalla mafia il 15 settembre 1993 a Brancaccio, quartiere di Palermo dominato da Cosa Nostra, dove svolgeva la sua missione educativa, una rivoluzione culturale che offriva ai ragazzi un’alternativa al mondo mafioso. Un sacerdote che dava fastidio alla criminalità organizzata. I fratelli Graviano ordinarono l’omicidio eseguito dai killer Gaspare Spatuzza e Salvatori Grigoli coinvolti, tra gli altri, nell’attentato al giudice Paolo Borsellino.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza