Mancano 800 docenti

Partenza critica per la scuola piacentina: carenza di nomine e orari incompleti

18 settembre 2019

Partenza a singhiozzo per la scuola a Piacenza, con disfunzioni così diffuse da far dire a molti che un “esordio” così critico non c’era mai stato. Mancano moltissimi docenti: la stima della Cgil è di 800 unità. Quattrocento alle superiori, duecento tra materne e elementari, circa altrettanti alle medie. Perché? In parte per l’esodo dei prof innescato dalla nuova normativa sulle pensioni (la cosiddetta Quota 100). Ma soprattutto perché il sistema scolastico non ha svolto per tempo i concorsi necessari a selezionare e poi rendere disponibili per le nomine nuovi insegnanti. Il risultato è che numerose scuole hanno prof per far lezione solo fino alle 11.30. In molti casi la fascia pomeridiana è rinviata alla prossima settimana, se tutto andrà bene. All’istituto Ranieri Marcora, per fare un esempio dei ‘vuoti’ alle superiori, mancano ben 90 docenti.

TUTTI I DETTAGLI SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE