Legambiente

Differenziata, San Giorgio e Podenzano al 90%. “Possiamo arrivarci tutti”

26 settembre 2019

Resta alta l’attenzione verso la cura dell’ambiente. In attesa della manifestazione di domani, 27 settembre, contro il riscaldamento globale a cui parteciperanno anche centinaia di studenti piacentini, Legambiente traccia un primo bilancio di “Puliamo il mondo”, campagna di sensibilizzazione che ha raggiunto la 27esima edizione. L’iniziativa si è svolta domenica 22 settembre nell’ambito della giornata “Un Po per tutti” e ha visto l’adesione di 150 volontari che hanno ripulito l’area lungo il fiume dalla Vittorino da Feltre alla Nino Bixio. Ma PIM 2019 proseguirà anche durante l’anno e coinvolgerà 800 alunni e i comuni di Piacenza, Agazzano, Bobbio, Castel San Giovanni, Gazzola, Podenzano, Rivergaro, Rottofreno, Sarmato e Monticelli. “E’ un momento molto delicato per il problema rifiuti a Piacenza per il pericolo che quando l’inceneritore dovrà cessare di bruciare i rifiuti solidi urbani si corra il rischio di mantenere in vita un impianto per bruciare rifiuti speciali provenienti non solo dalla regione ma da tutta Italia” – spiega Marco Natali.

La raccolta differenziata ha fatto un notevole balzo in avanti nel 2018 attestandosi al 68,79% per la Provincia e il 65,79% per Piacenza capoluogo. Sette comuni sono oltre l’80% con San Giorgio e Podenzano alle soglie del 90%, 11 comuni oltre il 70% e 14 comuni tra il 60-70%. Trentadue comuni hanno superato o sono ad un passo dal famoso 73%, obiettivo previsto dalla regione alla fine del 2020. Significativo e molto importante è l’aumento del Comune di Piacenza che, con l’estensione del porta a porta, si è finalmente posizionato nel 2018 ad un buon 66%. “E’ chiaro che produciamo ancora troppi rifiuti – aggiunge Natali di Legambiente – ma è altrettanto chiaro che possiamo arrivare al 100% di raccolta differenziata e a qual punto l’attività dell’inceneritore potrà essere ridotta”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE