Suore scalabriniane

Giornata mondiale migranti: “A Piacenza un grande cuore di accoglienza”

28 settembre 2019

 

“Nell’occasione della Giornata mondiale dei migranti e dei rifugiati mi fa piacere ricordare come il cuore grande di Piacenza si declini ogni giorno con l’accoglienza e con diverse iniziative per i migranti, anche attraverso i Corridoi umanitari, strumento sostenuto anche dalla Chiesa per cercare di dare speranza a tutte quelle persone che hanno difficoltà, oggi, a disegnare un futuro sereno”. Queste sono le parole di suor Milva Caro, superiora provinciale delle Scalabriniane per l’Europa, la cui sede è proprio a Piacenza, in occasione della Giornata mondiale dei migranti e dei rifugiati che si terrà domani. “Noi stesse scalabriniane abbiamo dato di recente il nostro contributo proprio a Piacenza per l’ingresso di una famiglia di iracheni grazie ai Corridoi – ha detto – E’ una formula vincente che comunque non può però essere l’unica alternativa da seguire per sostenere politiche di accoglienza. A Piacenza esiste una rete, anche sostenuta dalla Diocesi, dalla Caritas, dalle istituzioni, dalle associazioni di volontariato, che contribuisce alla buona riuscita di tutti i progetti che hanno un grande obiettivo: l’inclusione. Abbiamo ‘frontiere calde’ dove bisogna essere presenti, anche in Italia. Il cuore grande dei piacentini si sente forte proprio in occasione della Giornata mondiale. L’ospitalità non fa rumore, è silenziosa ed è rispettosa delle culture di chi viene a trovarci. L’ospitalità è quel tam tam che porta a tendere una mano d’aiuto e che spesso si ripaga con una moneta universale, quella del sorriso. Noi crediamo che in un momento così delicato per l’Italia proprio il rispetto, l’ospitalità, l’accoglienza, il sostegno, siano la chiave per un Paese che si è sempre caratterizzato per essere fratello dei popoli del mondo”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza