Contro i compagni di cella

Dà fuoco alle coperte in segno di protesta, detenuto trasferito all’Elba

2 ottobre 2019

Il detenuto cinese Zhou Jiahui, detto Sushi, in segno di protesta contro la convivenza con alcuni detenuti a lui non graditi, ha appiccato il fuoco alle coperte del letto e distrutto la tv. E’ stato quindi trasferito nella vecchia fortezza spagnola (trasformata in penitenziario) di Porto Longone sull’isola d’Elba dove rimarrà, salvo sorprese fino al 2044.

Per aver appiccato il fuoco in cella Shusi è stato condannato lunedì a quattro mesi. Ma il 19 novembre di 4 anni fa era invece stato condannato a 30 anni per aver assassinato con un coltello da Sushi, Zu Waiting, cuoco del ristorante cinese di via Passerini.

TUTTI I DETTAGLI SU LIBERTA’

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE