19 e 20 ottobre

Alpini verso il Raduno. Lupi: “Evento che resterà nella storia di Piacenza”

4 ottobre 2019

 

Mancano 15 giorni al Raduno del Secondo Raggruppamento degli alpini di Piacenza in programma il 19 e 20 ottobre. Un evento che catapulterà in città oltre 20mila persone e che offrirà la possibilità di riassaporare l’atmosfera dell’Adunata nazionale del 2013. I numeri sono ben diversi ma per una giornata la città tornerà a fare festa con le Penne nere.

La macchina organizzativa è a buon punto. “C’è l’entusiasmo di sapere che stiamo facendo qualche cosa che rimarrà nella storia di Piacenza – ha dichiarato il presidente Roberto Lupi –. Mi rincuora che nei nostri eventi (si veda la Festa Granda) abbiamo una macchina organizzativa rodata che tutte le sezioni ospiti ci riconoscono. Abbiamo persone che sanno che cosa fare e lo fanno bene”.

Da settimane ormai le zone in cui gli alpini sfileranno domenica 20 ottobre sono state imbandierate con i tricolori e l’invito delle Penne nere ai cittadini è quello di appendere una bandiera alle proprie abitazioni in segno di accoglienza. A tal proposito Libertà ha lanciato l’iniziativa Bandiera tricolore, in edicola è ancora possibile trovare i vessilli.

Stasera, venerdì 4 ottobre, alle 21 al Collegio Alberoni è in programma l’evento clou della rassegna Aspettando il Raduno. Protagonisti della serata saranno gli studenti dell’orchestra del Liceo Gioia e del coro del Liceo Respighi che interpreteranno i brani della tradizione alpina. La serata sarà ripresa integralmente da Telelibertà e sarà condotta dalla giornalista Nicoletta Marenghi.

ALTRI DETTAGLI IN EDICOLA OGGI CON LIBERTA’

 

 

 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza