Alta Val Tidone, cibo ai gatti randagi solo con l’ok del Comune

04 Ottobre 2019

 

Da ora in avanti chi in tutto il territorio di Alta Val Tidone vorrà prendersi cura di gatti randagi potrà farlo solo se autorizzato dal Comune. Il sindaco Franco Albertini, tramite un’ordinanza, ha imposto un giro di vite per evitare la proliferazione di colonie feline di cui nessuno si prende più cura e che rischiano di creare problemi sanitari. Chi vorrà prendersi cura di una colonia dovrà segnalare il proprio nominativo in Comune. I gatti  verranno censiti e si potrà dare loro da mangiare solo nei punti autorizzati. Le multe per chi sgarra vanno da 25 a 500 euro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà